Local Marketing SEO Strategia Strumenti

Idee di Local Marketing: come attrarre nuovi Clienti online

fruttivendolo con persona che acquista

L’obiettivo di un’attività, sia locale che non, è di attrarre nuovi Clienti. Quando parliamo di Local Marketing, però, di solito abbiamo a che fare con un target differente e con delle disponibilità, non solo economiche ma soprattutto di tempo e risorse, limitate.

Ho pensato a delle idee di Local Marketing che apprezzerai e ti aiuteranno a trovare nuovi Clienti, soprattutto perchè applicabili da subito.

Ho diviso in 4 categorie principali, i miei consigli, in base al canale di riferimento, così da superare la problematicità di muoversi tra social, pay per click, content marketing, motori di ricerca, ecc.

Pubblicità locale su Facebook e Google

Come già anticipato, spesso le attività locali hanno un budget limitato, ma, per quanto possa apparire strano, i primi suggerimenti sono proprio sulla pubblicità a pagamento, perchè identificato il target giusto, il roi potrebbe essere molto positivo.

Google, uno dei principali motori di ricerca al mondo, ti consente di comunicare con i potenziali clienti, nella tua zona, con annunci pay-per-click. Significa pagare solo per ogni singolo click ricevuto.

Con questa piattaforma, puoi veramente testare di tutto, dal classico ‘risultato del motore di ricerca’ Google Ads, a Google Service Ads, fino a Google Shopping Ads e altro ancora.

Con Google Ads, in generale, andiamo ad intercettare una domanda consapevole: l’utente sa di avere un problema e vuole risolverlo. E tu? Tu sei la soluzione!

Soluzione non significa solo essere l’azienda che risolve il problema nel dato momento, ma diventare un vero e proprio punto di riferimento per tutti i problemi circostanti, in futuro. Si tratta di non pensare unicamente al guadagno del breve termine, bensì anche a quello futuro, lavorando sul Brand.

Una funzionalità interessante, per il Local Marketing, di Google Ads è il raggio entro il quale far apparire i propri banner; ci siamo già capiti.

Supponiamo, per esempio, che tu abbia un’attività per cui i clienti sono disposti a spostarsi fino a 5 km per venire da te. Potresti, quindi, creare 5 campagne rispettivamente con raggio 1-2-3-4-5 km da te.

Fai partire le campagne e, quando hai un po’ di dati, analizza i risultati. Potresti scoprire che 5 km è un raggio troppo lungo e che la campagna che converte meglio è quella a 2 km. Aumenta il budget su quest’utima a scapito di quella a 5 km.

Google Ads, per il Local Marketing, esiste e performa.

Annunci Facebook

La pubblicazione di annunci Facebook aiuterà la crescita della tua attività. Gli utenti vedono la tua presenza sul proprio feed e quando avranno bisogno dei tuoi prodotti o servizi, probabilmente ti contatteranno.

So cosa potresti obiettare: “i tuoi clienti non sono su Facebook“. In realtà, che tu sia B2C o B2B, parli sempre con delle persone! E’ molto probabile che esse abbiano un account Facebook.

Con gli annunci Facebook sfrutti un’opportunità che le grandi aziende non hanno: non possono, in larga scala, creare degli annunci iperlocalizzati per ciascuna delle loro sedi. Ecco allora che ti suggerisco di inserire il cap, il telefono e la tua posizione negli annunci.

Con la creazione degli annunci, sai cosa ha letto l’utente che clicca. Crea una pagina di atterraggio ad hoc per i tuoi annunci e includi un chiaro invito all’azione, usa immagini descrittive, inserisci un testo che risponda alle FAQ dei tuoi clienti…testa più soluzioni.

Utilizza il remarketing per generare recensioni, gli utenti le adorano! Fai in modo che gli utenti parlino di te.

Usa anche immagini del tuo locale visto da fuori. Le persone potrebbero memorizzarlo e distinguerlo meglio.

Gli annunci Facebook colpiscono la domanda latente, cioè persone che in quel momento non ha bisogno del tuo prodotto/servizio, ma in futuro, magari prossimo, potrebbero e si rivolgerebbero a te come prima scelto, avendoti trovato nel proprio feed.

Mappa Google

La Mappa Google, in formato app “Google My Business“, è lo strumento più utilizzato dagli utenti e meno considerato dagli imprenditori.

Google migliora costantemente la mappa delle attività e le persone la consultano moltissimo. Assicurati di avere una mappa curata, con informazioni aggiornate e giuste, con le immagini più appropriate.

L’esempio che faccio sempre è: quando cerchi un ristorante, dove lo cerchi?

Tutti noi utilizziamo Google Maps, per cui ti rimando all’articolo riguardante la corretta gestione della Mappa Google.

SEO

La SEO è l’insieme delle attività che migliorano il tuo posizionamento nei risultati dei motori di ricerca. Cosa significa? Che chi cerca il servizio/prodotto, ti trova prima dei tuoi concorrenti.

In ambito local, ha senso progettare pagine specifiche per ogni quartiere in cui eroghi il servizio, quindi posizionandole anche per la zona geografica di cui ti occupi. In questo modo potresti essere tra i primi risultati per quelle ricerche che includono in nome del quartiere.

Dare informazioni locali aiuta Google a capire la tua dimensione e a valutarti di conseguenza. Fare competizione ad Amazon è un po’ inutile, mi viene da dire.

E-mail Marketing

Se hai un’attività locale, quindi costantemente e in prima persona a contatto con le persone, non ti sarà difficile avere gli indirizzi mail di coloro che sono entrati da te.

L’e-mail marketing è un canale molto potente per dare tue notizie e far sapere novità, promozioni, eventi, ecc!

Ti consiglio di seguire un personale consiglio, di esperienza professionale: non inviare solo comunicazioni commerciali, ma alternale a quelle in cui dai delle informazioni utili a loro.

Ciò non ridurrà le tue vendite e, contemporaneamente, ti consentirà di costruire relazioni.

Consigli offline di Local Marketing per promuoverti

I canali principali sono quelli che ti ho presentato. Adesso ti lascio con qualche riflessione che spero ti sia utile, per elaborare la tua strategia di Local Marketing. In particolare, valorizzando princìpi o strumenti non digitali.

Il principio focale è sicuramente uno: non devi comunicare tu ai tuoi consumatori, bensì devono farlo tra loro. Tradotto in linguaggio pratico: se dici tu i tuoi punti di forza sei poco credibile, hai mai trovato il fruttivendolo dire che le sue mele non sono buone? Ma potresti usare le recensioni positive!

Inseriscile nei tuoi annunci e lascia che siano i Clienti i tuoi primi ambasciatori. In fondo gli utenti amano leggere le recensioni…fai in modo che lo facciano.

Come riuscirci?

Le persone amano i giochi e i premi (gratis): organizza un concorso sui social con un piccolo omaggio. Basta poco, un piccolo oggetto o sconto e ti stupirai di come le persone faranno a gara per averlo. Per questo, e non solo, valorizza gli eventi Facebook.

Puoi anche scegliere di investire su influencer locali, potresti avere dei ritorni importanti. Considera, inoltre, il calendario: quasi ogni giorno c’è la giornata mondiale del… Sfrutta le giornate che si riferiscono al tuo settore con comunicazioni puntuali e adatte.

Come canali, non online come anticipato bensì offline, ci sono sicuramente, in ordine sparso: sponsorizzazioni locali, giornali, volantini, ecc che puoi testare con cognizione di causa.

Insomma, spero di averti fornito validi spunti di ragionamento per perfezionare la tua strategia di Local Marketing e chiudo con un invito: “distinguiti dalla concorrenza a seconda delle tue peculiarità”.

Author

Mauro Sordello

Appassionato di Local SEO e Team Leader di Web Advertising srl. Operativo dagli anni '90, difficilmente mi vedrai in giacca e cravatta. La risposta più frequente nel Marketing? Dipende.